Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Internazionale
  • Francia
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Germania
  • Spagna
  • Svezia
  • Polonia
  • Belgio
  • Danimarca
  • Finlandia
  • Grecia

Pulizia dei denti: quando va fatta e cosa aspettarsi

I vantaggi della pulizia dei denti eseguita dal dentista sono numerosi, ma con che frequenza bisogna effettuarla e come godere a lungo dei suoi benefici?

Sunstar GUM - Pulizia dei Denti: Quando va Fatta e Cosa Aspettarsi | GUM

Spazzolare più volte al giorno i denti, utilizzare lo scovolino e il filo interdentale per la rimozione dei residui di cibo negli spazi tra un dente e l'altro, dunque seguire una corretta cura orale quotidiana non è sempre sufficiente.

Per avere un sorriso sano e un cavo orale efficacemente pulito occorre infatti rimuovere completamente la placca e il tartaro che si accumulano sui e tra i denti. Per farlo è necessario rivolgersi al dentista per sottoporsi a una seduta di igiene orale professionale.

La pulizia dei denti fatta ogni giorno in casa si limita a sollevare i batteri e i residui di cibo depositati sullo smalto del dente o incastrati negli spazi interdentali, senza riuscire a eliminare quella patina di batteri che si nasconde sotto la gengiva o negli spazi difficilmente raggiungibili.


Ma in cosa consiste e quando va fatta la pulizia dei denti professionale?
 Ecco la nostra guida specifica sull'argomento.


In cosa consiste la pulizia dei denti

La pulizia dei denti professionale è una procedura terapeutica, eseguita dall'igienista dentale o dal dentista, che ha l'obiettivo di rimuovere completamente la placca e il tartaro accumulato sui denti.

Si tratta di una tecnica per nulla invasiva o dolorosa che non richiede anestesia, ma che è estremamente importante ed efficace per mantenere i denti in piena salute, mettendoli al riparo da carie e da altre malattie dentali e gengivali, quali piorrea e gengiviti.

Inoltre, più frequenti e regolari saranno le sedute di pulizia professionale, meno dolore o fastidio si avverte in fase di trattamento in quanto ci sarà meno da pulire.

La pulizia dentale può prevedere una o più sedute di trattamento a seconda della diagnosi effettuata dal dentista sulla propria situazione.

Ogni sessione prevede due fasi di pulizia:

  1. La prima fase prevede l'eliminazione dei depositi di placca e la rimozione del tartaro attraverso vari strumenti specifici chiamati raschiatori o curette, che operano sia sulla parte dei denti esposta sia nella zona sottogengivale. Si utilizza prima uno strumento a ultrasuoni per rimuovere il tartaro in eccesso, poi si passa a strumenti manuali specialistici per eliminare eventuali residui resistenti.
  2. La seconda fase è invece quella della lucidatura dei denti, che serve sia per rimuovere le macchie superficiali sia per rendere la superficie dei denti uniforme, eliminando così le piccole imperfezioni e le zone irregolari sui denti e proteggerli da un ulteriore accumulo di placca.
    In questa seconda fase si attua anche lo sbiancamento dei denti attraverso l'utilizzo della pasta abrasiva, utilizzata per lo sbiancamento e per la rimozione delle macchie di fumo e di placca.

Quando va fatta

La frequenza con cui viene eseguita la pulizia dei denti professionale è a discrezione del dentista che saprà consigliarti trattamenti specifici in base alle proprie esigenze.

In generale però gli igienisti dentali consigliano di sottoporsi a un trattamento di igiene professionale (detta anche detartrasi o ablazione del tartaro) ogni 6 mesi o, al massimo, una volta all'anno. Per coloro che soffrono di disturbi importanti e infiammazioni come piorrea, gengiviti, mala occlusione o altre malattie orali, è possibile effettuare una pulizia professionale più frequente, ad esempio ogni 3-4 mesi.

Tuttavia, è importante ricordare che la pulizia professionale non va intesa come sostituta delle corrette abitudini di pulizia quotidiana della bocca, ma come un aiuto in più che aiuta nella prevenzione dell’accumulo della placca e dei disturbi orali più comuni.

Viene spontaneo domandarsi se anche i bambini devono sottoporsi a questo tipo di trattamento. La risposta è sì. Anche i più piccoli, a partire da una certa età, dovrebbero effettuare periodicamente una pulizia più accurata dei denti.

I denti da latte infatti devono essere puliti e trattati come se fossero denti definitivi. Per sapere quando effettuare la prima pulizia dentale è necessario però rivolgersi al proprio dentista di fiducia che saprà indicare, anche in base allo stile di vita del bambino, quando iniziare ad adottare questa utile e buona abitudine.

I vantaggi della pulizia dei denti

Oltre a prevenire numerose malattie che colpiscono denti e gengive, la pulizia dentale professionale comporta tanti vantaggi anche nel lungo termine.

Eccone alcuni:

  • Placca e tartaro vengono completamente rimossi, non solo sulla superficie dei denti ma anche tra gli spazi interdentali e nella zona al di sotto delle gengive;
  • La pulizia previene la formazione di carie, parodontite (piorrea), gengiviti, pulpiti;
  • Rende i denti lucidi
  • Sbianca i denti gialli ed elimina le macchie
  • Contrasta l'infiammazione gengivale
  • Riduce l'ipersensibilità dentinale
  • Rinforza ed irrobustisce i denti
  • Previene la formazione di gengive ritirate
  • Previene la perdita prematura dei denti
  • È un rimedio efficace contro l'alitosi

Come effettuare la pulizia dei denti in casa

Per mantenere a lungo i benefici e i vantaggi appena descritti della pulizia professionale, occorre seguire attentamente le regole per una precisa cura orale anche in casa. In questo modo, i denti possono rimanere sani e lucidi per lungo tempo.

Per pulire bene i denti ogni giorno dunque non basta spazzolare i denti almeno 3 volte al giorno e dopo ogni pasto, utilizzare lo spazzolino elettrico e il filo interdentale, ma occorre stare attenti anche ai prodotti e agli strumenti da utilizzare.

Accanto all'esigenza di un dentifricio appositamente studiato per le proprie esigenze e alla scelta di spazzolini adeguati, dunque, ricordiamo di utilizzare altri due strumenti molto efficaci per una efficace pulizia quotidiana dei denti.

Parliamo dello scovolino interdentale e del puliscilingua.


Lo scovolino interdentale è uno strumento utile per la pulizia degli spazi difficilmente raggiungibili con il semplice spazzolino. Puoi trovare una guida per avere tutti i consigli su come scegliere lo scovolino giusto per le proprie necessità e per conoscere le tecniche su come pulire gli spazi interdentali.

Il puliscilingua è un prodotto spesso sottovalutato ma di grande importanza per la cura del cavo orale quotidiana e per tenere sotto controllo l’alito cattivo. Il Puliscilingua GUM® Halicontrol™ è composto da uno spazzolino e un raschietto a doppia azione studiato per la rimozione della placca batterica presente sulla lingua.

Si tratta di uno strumento composto da setole e lamelle che, passato sulla superficie della lingua, solleva ed elimina la patina di placca batterica e tutti i residui di cibo che si depositano sulle papille gustative e che sono causa del cattivo odore e alitosi.

Un aiuto veloce

Utilizziamo i cookie per essere certi di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito Web. A tale scopo, ricordiamo e memorizziamo le informazioni su come lo utilizzi. Questa operazione viene eseguita utilizzando semplici file di testo chiamati cookie che risiedono sul tuo computer. Chiudendo questo messaggio o navigando a una pagina diversa all'interno di questo sito Web, accetti i nostri cookie su questo dispositivo in conformità con la nostra politica sui cookie a meno che non li abbia disabilitati.

Per saperne di più