Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Gran Bretagna
  • Belgio
  • Germania
  • Danimarca
  • Spagna
  • Finlandia
  • Francia
  • Grecia
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo
  • Svezia

Gengive sane: i consigli per mantenerle rosa

Per avere un sorriso smagliante da poter mostrare con disinvoltura e orgoglio, si deve partire da una cura accurata delle proprie gengive. Una bocca sana è caratterizzata soprattutto da un colore gengivale che rispecchia il benessere del proprio organismo. Grazie a un’attenzione nei confronti della propria bocca sarà possibile comprendere se vi siano complicazioni o problemi derivanti da altre parti del corpo.

donna sorridente con le dita rivolte alla bocca

Se vedi che le tue gengive hanno un colore diverso da quello solito, i fattori possono essere vari. I batteri possono annidarsi tra i denti e le gengive, e penetrare così all'interno dei tessuti andando ad alimentare possibili disturbi, che possono sfociare in vere e proprie infiammazioni e carie. È molto importante, quindi, la prevenzione della propria bocca partendo dalla cura delle gengive con piccoli accorgimenti quotidiani, grazie ai quali si potrà evitare la proliferazione di tartaro e placca. Gli stessi consigli sono validi anche per i bambini, più esposti alla proliferazione di placca e tartaro, per i quali è sempre indicato un dentifricio ricco di fluoro. In caso di anomalie e dolori si consiglia sempre di rivolgersi al proprio dentista per un piccolo controllo di accertamento.

In questo articolo, ti daremo alcuni consigli per comprendere al meglio la salute delle tue gengive, partendo soprattutto dal loro colore, dai motivi per cui possono sanguinare e le varie opportunità per curarle al meglio nella tranquillità domestica.



Il colore delle gengive

Ogni persona, in base al proprio colore della pelle e alla salute del proprio corpo, può avere gengive di colori diversi. I fattori possono essere i più disparati che possono variare da una prolungata esposizione al sole a malattie gengivali, da un maggiore consumo di bevande alcoliche all'utilizzo di sigarette.

Le malattie gengivali che non vengono curate possono causare ulteriori problemi come la recessione della gengiva, infezioni legate al tartaro e alla placca. Anche un movimento troppo invasivo dato dalla pressione degli spazzolini sullo smalto può causare un colore rosso delle gengive portando a successive infiammazioni.

Le cause di colori diversi nelle gengive possono essere molte, proviamo a descriverti brevemente i problemi più comuni:

  • Le gengive di colore marrone possono essere molto comuni tra coloro che sono stati esposti ai raggi del sole per un lungo tempo.
  • Se ti trovi con delle gengive nere,in alcuni casi può trattarsi di problemi legati al fumo, ma si consiglia di provvedere immediatamente a una visita dal medico curante che saprà consigliare una eventuale cura idonea al tuo caso.
  • Le gengive di colore giallo sono sintomo di una particolare infiammazione che è necessario curare con una maggiore prevenzione orale, magari utilizzando un collutorio di mantenimento, oltre a rivolgerti a un medico per provvedere a una approfondita visita per la cura orale. Se all'attaccamento dei denti vi è una patina gialla può trattarsi di placca, altrimenti se si formano delle piccole piaghe potrebbe essere il risultato e un’avvisaglia del tuo organismo per un’ulcera in corso.
  • Se le gengive sono di colore bianco, potrebbero indicare una micosi in corso e che, in caso di piccole piaghe, potrebbe essere elemento di una infiammazione un poco più complessa.
  • Il colore rosso indica una pura infiammazione da curare, dopo il consiglio del medico, con un collutorio antibatterico.
  • Se sei troppo stressato o sei un fumatore incallito potrai trovare sulle tue gengive una patina color grigio, che è indice di un possibile indebolimento del sistema immunitario che devi provvedere a far controllare dal tuo medico curante.

Le gengive sane, invece, sono caratterizzate dal colore rosa e devono avere un tessuto sodo. Per fare una prova, devi addentare una mela: se le tue gengive sono robuste non avrai difficoltà, se invece presentano problemi ci sta che sanguinino oppure potrai notare alcuni piccoli fastidi.

Trucchi per mantenere le gengive rosa

Per la cura della propria igiene è possibile utilizzare alcuni trucchi che possono aiutare a prevenire la formazione di placca o altri problemi che sfociano in malattie gengivali.

In ortodonzia diventa fondamentale l’utilizzo di un buon collutorio che possa prevenire il sanguinamento delle gengive e preservare lo smalto, garantendo un alito fresco e pulito nella propria bocca.

Sembra un suggerimento di poco conto, ma è importante anche spazzolare la superficie della lingua, con appositi spazzolini, perché con la saliva è uno dei luoghi in cui si muovono frequentemente i batteri.

Non utilizzare le setole dello spazzolino normale per far questo, poiché potrebbe essere un’azione invasiva.

Un altro valido aiuto per il mantenimento di una bocca in salute e le gengive sane è dato da uno stile di vita corretto e un'alimentazione corretta basata su frutta, verdura e alimenti ricchi di vitamine.


Oltre a una buona cura del cavo orale, con una pulizia quotidiana con lo spazzolino, l’utilizzo di apparecchiature idonee – che vanno dal semplice filo interdentale all’idropulsore – e a un uso costante di un buon collutorio di mantenimento, si può provvedere ad assumere degli integratori.

Un esempio sono le compresse Gum PerioBalance che permettono un mantenimento della cura orale professionale. Si tratta di un semplice integratore probiotico che può essere un valido aiuto per la cura quotidiana della propria bocca.

Perché le gengive possono sanguinare

Sfatiamo uno dei grandi miti legati alle gengive: non è vero che se sanguinano è sintomo di un problema. In alcuni casi, le gengive sane possono sanguinare semplicemente perché siamo in un periodo delicato della nostra vita dove siamo sottoposti a stress, sbalzi ormonali (come per esempio durante una gravidanza), assunzione di farmaci che possono destabilizzarci e che creano un indebolimento delle vitamine.

Si sente dire che con l’uso dello scovolino sanguinano le gengive: si tratta di un fatto che spesso può accadere, come del resto lo è un uso errato dello spazzolino. Sfregare i propri denti in maniera troppo energica può causare problemi (e di conseguenza sanguinamento) e non benefici, come inesattamente si può pensare.

Un utilizzo improprio del filo interdentale può essere uno dei motivi scatenanti il sanguinamento delle gengive, oltre a non rimuovere in maniera completa residui di cibo che si sposteranno nella bocca tramutandosi in placca.

Le gengive possono sanguinare anche per motivi più seri, che possono essere ricollegati a malattie gengivali, le quali trovano la principale causa in una scorretta cura orale.

I primi sintomi per una degenerazione in malattia sono l’arrossamento delle gengive, che può essere indicato con il nome di infiammazione gengivale o gengivite. Se tale disturbo persiste, andando a formare un gonfiore sulla parte indicata accompagnato da dolore, si può parlare di parodontite per la quale è richiesto un consulto del medico per avere una terapia appropriata e la prescrizione dei giusti rimedi.

Un aiuto veloce