mag 31, 2021 - minuto di letturaminuti di lettura

Sapore amaro in bocca: cause e rimedi

Anche a voi è capitato di provare la sensazione di amaro in bocca? Molto spesso dipende da condizioni lievi e temporanee, ma può rappresentare anche il campanello d’allarme per altre patologie più serie. La bocca amara è un sintomo specifico di varie condizioni dell’apparato digerente, come cattiva digestione, reflusso gastroesofageo e vari problemi di natura epatica. Andremo a scoprire quali sono tutte le cause che provocano questa alterazione del gusto e ci concentreremo su come migliorare l’alimentazione sia per il benessere della nostra salute che per trovare un rimedio naturale a questo disturbo fastidioso.
Argomento

Sapore amaro in bocca: cause

  • Quello spiacevole senso di un gusto amaro o metallico in bocca può dipendere da vari fattori, tra i quali si possono menzionare:
  • assunzione di determinati farmaci antibiotici
  • assenza di vitamine e sali minerali
  • stress
  • menopausa
  • gravidanza
  • fumo
  • assunzione di determinati alimenti 
  • scarsa igiene orale o disturbi digestivi
  • calcoli cistifellea
  • ernia iatale
  • gastrite e reflusso gastroesofageo
  • sindrome della bocca urente o infiammazioni simili, che possono manifestarsi con dolore, bruciore o assenza di saliva
  • ulcera e ulcera peptica
  • malattie dello stomaco, del duodeno e dell’intestino

Per bocca amara si intende un tipo di disgeusia qualitativa che avviene con la percezione di un gusto sgradevole in bocca.

Questa sensazione sgradevole può essere causata da alcune particolari circostanze come l’assunzione prolungata di alcuni antibiotici, stress, fumo, menopausa e anche durante la gravidanza. Infatti, nel primo trimestre, è comune avvertire la sensazione di amaro in bocca. Anche una scarsa igiene orale o problemi legati alla digestione possono avere questo effetto.

Infine, il sapore amaro in bocca può essere causato anche da patologie più gravi, come calcoli alla cistifellea, ulcere e malattie dell’apparato digerente. Quindi, se questa sensazione si protrae nel tempo, non va assolutamente sottovalutata! È invece necessario rivolgersi al medico curante per prenotare una visita specialistica se questo genere di disturbi dovesse proseguire, e nel frattempo è opportuno adottare tutti gli accorgimenti necessari.



Sapore amaro in bocca: rimedi

  • avere una alimentazione più sana;
  • buona igiene orale;
  • sostituire dei farmaci che possono causare il problema;
  • diminuire lo stress e fare attività fisica.

Il primo consiglio che possiamo darvi è sempre quello di rivolgersi al proprio medico per una diagnosi accurata.

Innanzitutto, il problema di avvertire dei sapori amari in bocca può essere causato da determinati cibi che mangiamo: è importate quindi curare l’alimentazione e mantenere il giusto equilibrio nutrizionale per una giusta ripartizione dei pasti e la scelta dei cibi.

Inoltre, il nostro consiglio è quello di tenere sotto controllo eventuali patologie metaboliche o dell’apparato digerente mediante esami del sangue specifici.

Sempre e comunque, avere una buona igiene orale: lavarsi i denti dopo i pasti, usare il filo interdentale lo scovolino e un collutorio.

Il problema della bocca secca e amara potrebbe essere causato da terapie farmacologiche: in questo caso, se è possibile, consultate il vostro medico per considerare un cambio di farmaci che possano migliorare questo problema.

Anche lo stress può incidere sulla digestione o sull'acidità di stomaco che possono favorire delle alterazioni del gusto: provate delle tecniche di rilassamento per alleviare lo stress o praticate, con regolarità, attività fisica.

In determinate circostanze (menopausa, ciclo mestruale, gravidanza) la sensazione di bocca amara dovrebbe passare da sola.



Sapore amaro in bocca: cibi da preferire e cibi da evitare

Come abbiamo già detto in precedenza, tra le cause della sensazione di bocca amara è l’alimentazione a giocare un ruolo fondamentale. Vediamo insieme quali sono i cibi da preferire e quelli da evitare.

Il consiglio di base è quello di seguire una dieta normocalorica, cioè una dieta che fornisce il giusto apporto di calorie all’organismo: un eccesso di calorie potrebbe causare l’insorgenza di problemi legali alla cattiva digestione, strettamente legata alla sensazione di amaro in bocca.

I cibi consigliati sono:

  • cereali;
  • patate;
  • legumi da condire in maniera semplice e leggera;
  • frutta e ortaggi senza esagerare ma comunque in buone quantità e da inserire in ogni pasto;
  • carne;
  • pesce:
  • latte preferibilmente ad alta digeribilità.

Anche la cottura dei cibi gioca un ruolo fondamentale: è preferibile una cottura a bassa o media intensità: lessatura, cottura a vapore, a pressione, cottura sottovuoto, al cartoccio e in padella a fiamma bassa.

Dovrete, inoltre, ripartire in maniera coerente l’apporto totale di calorie assunte in una giornata in 5 pasti. Il pasto più abbondante è il pranzo, mentre per quanto riguarda la cena dovrete prestare molta attenzione per evitare che del cibo vi rimanga sullo stomaco e che oltre all'indigestione, vi provochi problemi legati al sonno.

Vediamo invece i cibi che assolutamente vanno evitati se avete il problema della sensazione di amaro in bocca.

Dovrete sempre evitare di mangiare eccessivamente, soprattutto nelle ore serali.

Evitate i cibi ricchi di grassi, fritti, con tanto formaggio. Anche i cibi ricchi di proteine, nelle ore serali, possono causare problemi digestivi.

Non consumate carne e pesce crudi (carpaccio, tartare, ecc).

La stessa cosa vale per uova, carne e pesce troppo cotti: per esempio lo spezzatino, il brasato, la frittata.

Alcolici, caffè, the e altre bevande che possono irritare l’apparato digerente.

Le cure e i rimedi naturali hanno la funzione principale di attenuare la percezione del gusto amaro e di favorire il miglioramento di alcuni disturbi del fegato e della colecisti.

Anche le tisane a base di erbe digestive (finocchio, camomilla, melissa, timo, zenzero ecc.) possono aiutarvi per favorire il processo digestivo. La tisana al carciofo, per esempio, protegge e migliora la funzionalità del fegato favorendo l’espulsione della bile. Anche l’ortica e la cicoria hanno questa proprietà.

Per la prevenzione della bocca amara è fondamentale garantire un funzionamento gastrointestinale corretto, eliminare alcol e sigarette, evitare il digiuno e praticare attività sportiva per ridurre lo stress.

È molto importante, di conseguenza, adottare uno stile di vita sano, fare sport quando possibile, bere molta acqua e modificare la propria dieta nel modo più adatto per la propria condizione di salute.

Dieta a parte, per ciò che invece concerne le cure farmacologiche, non esistono dei farmaci specifici per questo problema ma alcuni contro l’iper acidità di stomaco, i diuretici per il fegato, farmaci per curare le infezioni del cavo orale, integratori alimentari possono contribuire alla scomparsa del sintomo.

Ci sono anche delle compresse che possono alleviare i problemi legati alla bocca amara come l’alitosi. Per esempio le compresse GUM Halicontrol sono in grado di neutralizzare velocemente gli odori sgradevoli come aglio, cipolla, alcol e fumo grazie agli aromi con estratti vegetali.

Ciò che abbiamo detto per le cure farmacologiche vale anche per i trattamenti medici. La soluzione per la bocca amara cambia a seconda dell’agente scatenante. Per esempio i calcoli alla colecisti o i disagi gastrici possono essere curati con un intervento chirurgico.

Bocca amara in gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo delle donne subisce notevoli mutamenti non solo a livello fisico ma anche a livello ormonale.

Assai frequentemente la sensazione di bocca amara è accompagnata dalla lingua bianca ed è esperita dalle donne in gravidanza durante il primo trimestre, assieme alla nausea e a sintomi analoghi e tipici.

Anche in questo caso, la sensazione può attenuarsi migliorando il proprio stile di vita e l’alimentazione.

Se la sensazione continua a persistere anche dopo i primi tre mesi di gravidanza, è bene farlo presente al proprio medico che può indicarvi dei rimedi più specifici.



Un aiuto veloce

No, è del tutto normale, ma il nostro consiglio è quello di tenere informato il vostro medico.

Lavarsi i denti dopo tutti i pasti e provare delle compresse aromatizzate se il problema persiste.

Si, ci sono dei farmaci antibiotici che hanno come effetto collaterale quello di provocare questa sensazione.

Articoli correlati