Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Internazionale
  • Francia
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Germania
  • Spagna
  • Svezia
  • Polonia
  • Danimarca

Come pulire gli spazi interdentali

L'uso dello scovolino

Indipendentemente da quanta attenzione poni nel lavarti i denti, ci sono comunque alcune parti della bocca che risultano difficilmente raggiungibili con uno spazzolino da denti convenzionale, soprattutto gli spazi interdentali. Tuttavia, se i residui di cibo o i batteri si accumulano in queste zone interdentali, è possibile che si formino le carie o si infiammino le gengive, come pure che si verifichino altri problemi di salute.

Anche se ci laviamo i denti tutti i giorni, non sempre il solo spazzolamento può metterci al sicuro dall'insorgenza di carie e infiammazioni gengivali.

Con la masticazione, infatti, molti residui di cibo tendono ad annidarsi nel solco gengivale e tra gli spazi interdentali, accumulandosi e proliferando in zone che i normali spazzolini non riescono a raggiungere.

Per eliminare resti di cibo e accumuli di placca, uno strumento importante e che tutti dovremmo imparare ad utilizzare bene, è lo scovolino, tanto facile da utilizzare quanto efficace per la nostra igiene orale e per la prevenzione di disturbi fastidiosi.

spazi interdentali come pulire

Uso dello scovolino

Studi scientifici dimostrano che una regolare pulizia interdentale aiuta a rimuovere il cibo e la placca tra i denti e sotto il margine gengivale. In realtà, è possibile rimuovere fino al 20% in più di placca rispetto al solo uso dello spazzolino, quindi è un ottimo modo per offrirti protezione aggiuntiva contro le malattie gengivali. Sapere di non avere nulla di incastrato tra i denti, inoltre, aumenta la tua fiducia!

Sunstar GUM - Come Pulire gli Spazi Interdentali: consigli e curiosità | GUM®  - Come utilizzare uno scovolino

Come utilizzare uno scovolino 1,16 minuti

Cos'è uno scovolino?

Gli scovolini sono spazzolini progettati appositamente con testa molto stretta, che si inserisce negli spazi interdentali. Devono essere usati in aggiunta al tuo normale spazzolino e sostituiti settimanalmente per motivi di igiene.

Se decidi di utilizzare uno scovolino, è importante scegliere quello più adatto agli spazi interdentali, non forzare mai lo scovolino per farlo penetrare in uno spazio troppo piccolo.

Anche se nella forma può sembrare simile a un piccolissimo spazzolino, lo scovolino interdentale è in realtà un presidio dentistico molto diverso, che per la sua funzione si avvicina di più al filo interdentale, anche se rispetto a esso è molto più pratico e ha un'efficacia più ampia.

Il suo compito infatti è di rimuovere placca, tartaro e residui di cibo dagli spazi interdentali, massaggiando delicatamente il solco gengivale dove i batteri spesso si annidano, per evitare spiacevoli e dolorose infiammazioni.

Per svolgere questa funzione, gli scovolini sono dotati di un manico che all'estremità superiore termina con una testina. Questa si compone di una sottile anima metallica flessibile, sulla quale sono montate un serie di setole morbide sintetiche, per assicurare una pulizia ottimale delle fessure tra dente e dente, senza traumatizzare le gengive. Gli scovolini migliori hanno poi un'ulteriore garanzia: l'anima metallica viene protetta da un rivestimento anallergico, per garantire una maggiore sicurezza e evitare interferenze fra il metallo ed eventuali impianti o protesi presenti in bocca.

 

Come scegliere la misura dello scovolino

Per scegliere la giusta misura dello scovolino è consigliabile farsi aiutare dal proprio dentista o igienista, che osservando la forma della dentatura e la dimensione degli spazi interdentali saprà sicuramente indirizzarti verso la scelta corretta. Uno scovolino scelto superficialmente potrebbe non risultare abbastanza efficiente e potrebbe anche causare dei piccoli fastidi, come sanguinamento e gengive gonfie.

In ogni caso, una volta individuata la soluzione più adatta, si può perfezionare la scelta in base alle proprie preferenze: manico più lungo o più corto, formato da viaggio, controllate di quale materiale sono fatte le setole e la mobilità della testina, e una volta individuato il modello che fa per voi, cominciate a utilizzarlo.

Tutti i modelli risultano molto semplici da usare, anche per i bambini: va detto però che, in caso di spazi interdentali molto stretti, anche la sottile anima metallica degli scovolini potrebbe non trovare spazio per scorrere, per cui in questo caso il filo interdentale rappresenta l'unica soluzione possibile.

Come usare lo scovolino

Per un risultato ottimale, la maggior parte degli esperti consiglia di usare lo scovolino prima dello spazzolamento, facendolo passare con delicatezza tra gli spazi interdentali e abbinandolo all'uso del dentifricio.

Con movimenti delicati ma decisi, soprattutto in presenza di protesi o apparecchi ortodontici, la testina dello scovolino deve scorrere negli spazi interdentali con movimenti orizzontali avanti e indietro, che nell'arcata superiore devono andare dall'alto verso il basso e in quella inferiore dal basso verso l'alto.

In questo modo, passando con attenzione tra dente e dente, si creerà un leggero attrito tra i denti, che permetterà di eliminare la placca e di pulire in maniera corretta il solco gengivale. I residui di cibo e i batteri potranno essere quindi eliminati sciacquando la bocca con l'acqua, o meglio ancora con un collutorio.

Per una pulizia accurata, lo scovolino dovrebbe essere passato almeno tre volte in ogni spazio interdentale e utilizzato almeno una volta al giorno, preferibilmente dopo cena e prima di andare a letto.

Una volta terminate le operazioni con lo scovolino, si può procedere con lo spazzolino, perché lo scovolino deve svolgere una funzione di supporto e non sostituire l'utilizzo degli altri prodotti che solitamente usiamo per la pulizia del nostro cavo orale.

Con che frequenza devo praticare la pulizia interdentale?

I professionisti del settore odontoiatrico consigliano la pulizia interdentale ogni giorno, idealmente la sera dopo aver mangiato.

Suggerimento: se inizi a fare la pulizia interdentale al momento di lavarti i denti, diventerà rapidamente parte della tua routine quotidiana.

La pulizia interdentale potrebbe sembrarti complicata, ma è effettivamente molto semplice e veloce una volta che sai come funziona! Si può fare a casa o in viaggio, grazie alla nostra vasta gamma di soluzioni all'insegna dell'esperienza e della facilità d'uso.

Come faccio a scegliere la soluzione di pulizia interdentale giusta per me?

Quando si tratta di pulizia interdentale, ognuno ha esigenze e routine diverse. Considerando questo, abbiamo sviluppato una gamma di soluzioni per tutti i gusti.

È possibile scegliere tra filo interdentale, o vari tipi di scovolino. Questo video ti aiuterà a verificare quale soluzione potrebbe essere la migliore per te o puoi leggere delle differenze tra lo scovolino e filo interdentale e dell'uso corretto del filo interdentale.

  

Indosso un apparecchio ortodontico. Come faccio a pulire tra i denti?

La pulizia interdentale è importante come sempre durante il trattamento ortodontico.

Gli scovolini sono l'ideale, poiché è possibile inserirli tra gli attacchi e i fili ortodontici e ove vi siano spazi sufficientemente ampi tra i denti. Assicurati di pulire con delicati movimenti verso l'interno e verso l'esterno, senza esercitare troppa pressione sul filo stesso.

 

Come posso pulire lo spazio interdentale se ho impianti o un ponte?

Inoltre, uno scovolino è un modo facile ed efficace per pulire gli impianti dentali. Basta inserirlo delicatamente tra un perno e l'altro e pulire con un delicato movimento verso l'interno e verso l'esterno.

Utilizza uno scovolino con filo rivestito come il modello GUM Trav-Ler®, per evitare di graffiare l'impianto. Se hai un ponte, scegli uno scovolino adatto per lo spazio interessato dal ponte. Puliscilo inserendo lo scovolino sul lato della guancia e poi sul lato della lingua.

Utilizziamo i cookie per essere certi di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito Web. A tale scopo, ricordiamo e memorizziamo le informazioni su come lo utilizzi. Questa operazione viene eseguita utilizzando semplici file di testo chiamati cookie che risiedono sul tuo computer. Chiudendo questo messaggio o navigando a una pagina diversa all'interno di questo sito Web, accetti i nostri cookie su questo dispositivo in conformità con la nostra politica sui cookie a meno che non li abbia disabilitati.

Per saperne di più