giu 21, 2024 - minuto di letturaminuti di lettura

Nutrizione e salute orale: quali alimenti fanno bene ai denti?

I microrganismi che abitano nel microbiota orale hanno la capacità sia di aiutare che di danneggiare la salute orale e prosperano con gli alimenti e le bevande che si consumano. Partendo da questa considerazione, quindi, è necessario fornire i nutrienti giusti ai batteri benefici, privando così i batteri dannosi degli alimenti di cui necessitano per danneggiare i denti e le gengive. Scopriamo il modo in cui il cibo influisce sulla salute orale e come le scelte alimentari possono aiutare a prevenire lo sviluppo di condizioni di cattiva igiene orale.

Argomento

Come gli alimenti influenzano le gengive e i denti

Gli alimenti e le bevande che si consumano sono fondamentali per mantenere sia la salute orale che la salute di tutto il corpo. Dal momento in cui il cibo entra nella bocca, inizia a scomporsi e il corpo utilizza le proprietà dei suoi componenti: questo processo è favorito dalla masticazione e dalla produzione di saliva e prosegue in tutto il sistema digestivo.

Generalmente gli alimenti sono composti da:

  • carboidrati;
  • proteine;
  • grassi;
  • vitamine;
  • minerali;
  • acqua.


Mantenere un equilibrio tra questi componenti è essenziale per preservare la salute generale dell'organismo. Proteine e alimenti ricchi di calcio, per esempio, sono particolarmente importanti per mantenere denti forti e prevenire carie. Tuttavia, spesso si seguono diete sbilanciate, caratterizzate da un eccesso di zucchero e da una carenza di vitamine e minerali: questo squilibrio può portare a complicazioni sia nella salute della bocca che in quella generale del corpo. Inoltre, alcuni cibi e bevande, come tè e caffè, possono causare macchie sui denti o il loro scolorimento, quindi vanno sempre consumati con moderazione. In generale, comunque, è fondamentale seguire una dieta varia ed equilibrata e rivolgersi a un professionista prima di eliminare completamente qualsiasi alimento dalla propria alimentazione, così da evitare possibili carenze nutrizionali.

Il ruolo del cibo nella lotta contro le cattive condizioni di salute orale

Sviluppo della carie dentale

La carie dentale è la condizione di salute più comune al mondo. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), gli zuccheri liberi (spesso chiamati "zuccheri aggiunti") sono considerati "il principale fattore dietetico nell'insorgenza delle carie dentali". I batteri dannosi presenti nella bocca, infatti, metabolizzano gli zuccheri e producono acidi che possono causare la demineralizzazione dello smalto dei denti.

Gli scienziati hanno dimostrato che lo zucchero è la principale causa di carie dentaria: più spesso si mangia zucchero e più a lungo questo rimane in bocca, più alto è il rischio di sviluppare la carie. Una buona routine di igiene orale, che preveda anche un uso corretto del filo interdentale, un collutorio con o senza clorexidina e un dentifricio al fluoro, possono aiutare a ridurre questo rischio, ma la soluzione più efficace è semplicemente consumare meno zucchero.


Il nostro consiglio

EVITARE: limitare o eliminare rigorosamente gli alimenti che contengono zuccheri aggiunti e prestare attenzione ai carboidrati che si consumano

PROVARE: la frutta fresca è una fonte più sana di zucchero, così come noci e verdure sono un'ottima alternativa per gli spuntini. Tuttavia, bisogna aspettare ad utilizzare lo spazzolino da denti per almeno 30 minuti dopo aver consumato la frutta per dare allo smalto la possibilità di riprendersi dagli acidi contenuti nella frutta.


Demineralizzazione dello smalto dei denti

Lo smalto e la dentina costituiscono i tessuti duri dei denti. Una volta che questi strati di tessuto vengono compromessi, i denti diventano molto più suscettibili alle infezioni e alle carie. La demineralizzazione chimica è causata dagli acidi presenti negli alimenti e nelle bevande che si consumano. Inoltre, alcuni batteri presenti nella bocca metabolizzano gli zuccheri, producendo ulteriori acidi che aggravano la demineralizzazione chimica.
Il consumo di bevande zuccherate e gassate, quindi, rappresenta un significativo fattore di rischio per una demineralizzazione accelerata.


Il nostro consiglio

EVITARE: limitare le bevande zuccherate e acide, come bibite e succhi di frutta.

PROVARE: bere acqua e lavarsi i denti dopo aver consumato queste bevande per lavare via l'acido, ma ancora una volta, attendere almeno 30 minuti prima di iniziare a spazzolare.



Malattie gengivali

Gengive che sanguinano, si ritirano e si infiammano sono segni di gravi condizioni di salute orale conosciute come gengivite e parodontite.
Abbiamo dedicato un intero articolo agli alimenti che possono aiutare a combattere la gengivite, ma è altrettanto importante fornire indicazioni su quali alimenti possono favorire o ostacolare specificamente la guarigione dei tessuti gengivali. L'obiettivo principale, infatti, dovrebbe essere prevenire la gengivite prima che possa progredire in parodontite.
Consumare alimenti a basso contenuto di zuccheri e con bassa acidità che combattono l'infiammazione, combinato con cure dentistiche regolari e una completa routine di igiene orale quotidiana, può contribuire a fermare la progressione delle malattie gengivali.


Il nostro consiglio

EVITARE: zuccheri, cibi acidi e bevande zuccherate, che possono esacerbare le gengive irritate; andrebbero anche evitati i cibi taglienti che potrebbero irritare le gengive già sensibili.

PROVARE: alimenti anti-infiammatori come il pesce grasso, ricco di omega-3, noci e semi, così come verdure a foglia verde (per esempio, spinaci e cavoli).


Stabilire buone abitudini per una migliore salute orale

Consumare un dieta equilibrata e gustare alimenti dolci e ricchi di zucchero con moderazione è fondamentale per mantenere la salute di tutto il corpo, compresa quella orale. Apportare semplici modifiche alle proprie abitudini alimentari, infatti, può migliorare notevolmente la salute orale, mantenendo i denti e le gengive in buona forma. Per esempio, bere acqua durante i pasti e gli spuntini, e attendere almeno 30 minuti dopo aver consumato bevande zuccherate o alcoliche prima di lavare i denti.

Quando si apportano modifiche alla dieta o alle proprie abitudini, è meglio introdurre uno o due cambiamenti significativi alla volta, in modo da non sentirsi sopraffatti e mantenere costante il proprio impegno. Nel corso del tempo, questo aiuterà a trasformare il proprio stile di vita in uno più equilibrato e salutare. In particolare, è importante assicurarsi di stabilire un rituale quotidiano di igiene orale che comprenda la pulizia interdentale e una spazzolatura dei denti di almeno due minuti, due volte al giorno.



#Alimentazione e igiene orale

Articoli correlati