Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Internazionale
  • Francia
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Germania
  • Spagna
  • Svezia
  • Polonia
  • Danimarca

Dolore alla guancia interna: cause e rimedi

Il dolore alle guance è un problema legato a diversi fattori che concorrono a provocare piaghe e irritazioni alle mucose. Il problema del dolore alle guance è dato soprattutto dalle afte di cui parleremo in questo articolo, dandovi informazioni sulle possibili cause del problema, sui sintomi e su cosa fare per guarire e non provare più fastidio, sensazione di bruciore e dolore.

dolore alla guancia interna

 

 

Fra le patologie della mucosa orale, le afte sono le maggiori responsabili del dolore alla guancia interna.

Quando si parla di afte orali ci si riferisce a piccole lesioni della bocca che possono interessare i tessuti molli della mucosa che riguardano la base delle gengive con gonfiore e arrossamento, il palato, le guance e la lingua.

Chiamate anche stomatiti o ulcere aftose, queste lesioni si manifestano attraverso delle piccole escoriazioni che non superano qualche millimetro di grandezza e che in genere sono di forma ovale o rotonda. Si caratterizzano per il loro colore biancastro che viene circondato da una parte rossa e possono nascere singolarmente o in serie.

Queste lesioni sono particolarmente fastidiose in quanto provocano un forte dolore e un fastidio persistente al contatto con diverse sostanze tra cui, ovviamente, anche il cibo. In presenza di queste afte, spesso può risultato complicato anche mangiare, ma anche solo bere un bicchiere d’acqua. In alcuni soggetti, questo fastidio si manifesta ciclicamente, tuttavia si tratta di disturbi che se curati in maniera adeguata svaniscono nel giro di qualche giorno.

Sintomi del dolore alla guancia interna

Le afte si presentano più di frequente nei bambini in età pediatrica e colpiscono soprattutto il sesso femminile. Prima che la lesione vera e propria compaia, le afte avvisano del loro arrivo attraverso o un leggero bruciore o un senso di fastidio. È importante sapere che le afte orali non sono contagiose, ma bisogna curarle in tempo e in modo approfondito perché possono causare delle recidive.

Quindi, i sintomi principali delle afte orali si possono riassumere in questi cinque punti.

  • un forte dolore durante la masticazione o la semplice deglutizione anche mentre si sta parlando;
  • un arrossamento evidente della zona interessata;
  • un forte bruciore in corrispondenza della zona interessata;
  • gonfiore ai linfonodi sotto la mandibola;
  • nei casi più gravi, febbre.

Possibili cause del dolore alla guancia interna

Come per molte patologie che riguardano il cavo orale, anche per quanto riguarda le afte provocate dalle stomatiti, un’alta percentuale di responsabilità è da attribuire alla cura della pulizia orale di denti, lingua, guance e gengive.

Se pensiamo, inoltre, che le stomatiti vengono causate anche dal contatto delle mucose della bocca con oggetti esterni che non sono puliti (per questo motivo si tratta di un disturbo che colpisce i bambini in tenera età), viene da sé immaginare quanto la pulizia del cavo orale con strumenti adeguati sia importante.

Spazzolino e scovolino, infatti, dovranno essere curati nell'igiene e dovranno sempre essere perfettamente puliti e asciugati per non permettere la proliferazione dei batteri che poi, inevitabilmente, si trasferirebbero alla bocca.

Oltre alla scarsa cura orale, però, vi sono anche altre cause che incorrono nella formazione delle afte delle mucose della bocca e qui di seguito le descriviamo brevemente.

Contatto con oggetti esterni

Per prima cosa, come già accennato, uno dei responsabili di queste ulcerazioni potrebbe essere il contatto con oggetti sporchi, cosa che di frequente si verifica soprattutto nel caso di bambini che spesso sono tentati dal mettere in bocca di tutto. Anche il contatto della loro saliva con animali domestici può provocare nella bocca queste infezioni.

Traumi della bocca

Questo tipo di infiammazione si crea anche a seguito traumi come morsi involontari nella parte interna della guancia che possono essere provocati dalla masticazione. A proposito di questo, anche l’alimentazione gioca un ruolo importante nella formazione delle afte perché i cibi troppo acidi o tropo piccanti possono intaccare i tessuti interni irritandoli. Dannosa per le mucose anche una dieta carente di vitamina B12, acido folico, zinco e ferro.

Se di solito spazzolate i denti in maniera troppo vigorosa o utilizzate uno spazzolino con setole dure, è altamente probabile che si formino sulle gengive all'interno delle labbra e della pelle delle guance le afte.

Ormoni

Fattori che non dipendono dal comportamento, ma che possono determinare la stomatite sono anche gli squilibri ormonali o il ciclo mestruale. Anche alcune patologie come la celiachia, la colite ulcerosa o il morbo di Crohn possono essere annoverate tra le cause della stomatite, provocata anche da una terapia a base di farmaci immunosoppressori.

Stress

Un altro fattore da non sottovalutare è lo stress. Quindi quando si è in un periodo particolarmente intenso, è possibile che la stanchezza fisica e psicologica si ripercuota generando disturbi nella cavità orale.

Anche portare protesi o apparecchi ortodontici può provocare la formazione di afte e anche in questo caso la cura orale diventa imprescindibile per la salute della bocca, oltre che un tempestivo controllo dal dentista che potrà intervenire sugli apparecchi o consigliando un trattamento ad hoc.

Come curare il dolore alla guancia interna

Prestare particolare attenzione a una costante e quotidiana pulizia del cavo orale è una delle prime cosa da fare se si vuole scongiurare il rischio di incorrere in questo tipo di disturbi o se si vuole accelerare il processo di guarigione.

Oltre alla frequenza e alla costanza, però, si dovrà ricorrere anche agli strumenti più giusti.

Ad esempio, il consiglio, soprattutto in caso di predisposizione cronica, è quello di utilizzare sempre uno spazzolino a setole morbide. Come già anticipato nel paragrafo precedente, uno spazzolamento troppo vigoroso che sia effettuato anche con spazzolino a setole dure, può provocare lesioni. Diversamente, le setole morbide riusciranno a rimuovere correttamente la placca senza imporre traumi ai tessuti molli ed in particolar modo alle gengive.

Anche l’uso dello scovolino o del dentifricio sarà di fondamentale importanza per la prevenzione delle afte, e l’uso di un buon collutorio per afte potrà coadiuvare l’azione e tenere lontani dalla bocca i batteri responsabili delle infezioni. L’azione del collutorio sulle afte è quello di permeare la zona interessata dall'infezione e proteggerla una volta che questa sia venuta a contatto con il cibo.

A tal proposito, nel caso della comparsa di afte, è sempre meglio evitare di mangiare cibi tropo piccanti o troppo caldi ma, oltre a questi, sono sconsigliati anche alcune spezie, frutti particolarmente acidi come l’ananas o il kiwi e gli agrumi, in particolare arancia e pompelmo; noci e patatine fritte. Invece, tra gli alimenti che consigliamo di mangiare per prevenire le afte ci sono frutta, verdura e cereali integrali.

Anche una costante idratazione può aiutare la mucosa a mantenere un certo benessere e un certo equilibrio.

Ma quali sono i rimedi per curare le afte? Se il dolore e il fastidio non sono eccessivi, le afte orali scompariranno naturalmente nel giro di poche settimane.

Tuttavia, se una più approfondita cura orale, se l’uso di un collutorio, se le accortezze sull’alimentazione e sullo stile di vita non dovessero bastare a risolvere il problema, potrete intervenire utilizzando altre soluzioni.

Molto efficace è l’uso di gel specifici per le afte che creano una pellicola protettiva su tutta la zona interessata e proteggono la lesione dal contatto con gli alimenti e quindi con i batteri che si possono creare dalla loro presenza.

Per alleviare il dolore, dopo una precisa diagnosi, tra i consigli del dentista o del medico anche trattamenti con acido retinoico oppure di applicare il cloruro di alluminio che favorisce la riparazione della mucosa.

Utilizziamo i cookie per essere certi di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito Web. A tale scopo, ricordiamo e memorizziamo le informazioni su come lo utilizzi. Questa operazione viene eseguita utilizzando semplici file di testo chiamati cookie che risiedono sul tuo computer. Chiudendo questo messaggio o navigando a una pagina diversa all'interno di questo sito Web, accetti i nostri cookie su questo dispositivo in conformità con la nostra politica sui cookie a meno che non li abbia disabilitati.

Per saperne di più