Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Internazionale
  • Francia
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Germania
  • Spagna
  • Svezia
  • Polonia
  • Belgio
  • Danimarca
  • Finlandia
  • Grecia

Pulizia delle protesi dentarie: tutti i consigli

Pulire le protesi dentarie è indispensabile per prevenire l'accumulo di placca e batteri che possono causare disturbi al cavo orale. In questa guida vi sveliamo la procedura passo dopo passo e tanti utili consigli!

Sunstar GUM - Pulizia delle protesi dentarie [Guida] | GUM

Come per i denti naturali, anche la protesi dentaria ha bisogno di una cura orale e di una pulizia continua per prevenire l’insorgere di infiammazioni e infezioni e per proteggere la dentatura da carie e parodontite. Se non vengono rimossi in maniera adeguata, placca e tartaro tendono ad annidarsi anche sulle protesi attaccando altri denti oppure causando infiammazioni e disturbi alle mucose.


È necessario quindi pulire ogni giorno la protesi dentaria in maniera impeccabile per evitare spiacevoli inconvenienti e mantenere un sorriso splendente e in salute. In questo articolo vedremo come pulire e sbiancare la protesi in modo efficace e quali strumenti utilizzare per una pulizia adeguata.

Come pulire la protesi dentaria in modo efficace

Quando si parla di protesi dentarie ci si trova nel campo della implantologia dentale, ossia quella pratica dell'odontoiatria utilizzata in tutti quei casi in cui è necessario inserire dei denti finti al posto di quelli naturali mancanti. Tra i vantaggi di questa tecnica c'è sicuramente quello di ridare armonia al sorriso del paziente che si sottopone così a una vera e propria operazione di chirurgia estetica.

In ortodonzia si distinguono due tipi di protesi: fisse e mobili. Le prime fanno parte della branca chiamata endodonzia e comprendono la corona dentale, il ponte e l'impianto dentale. Le protesi mobili invece possono essere rimovibili parzialmente - se poggiano sulla gengiva e sui denti rimanenti - o completamente, indicate in caso di totale assenza di denti.

Come quelli naturali, anche i denti artificiali, le protesi mobili e gli impianti dentali, hanno bisogno di estrema cura, una pulizia quotidiana e periodici controlli dal proprio dentista.

Un'igiene dentale quotidiana ed eseguita in maniera corretta è sempre la migliore soluzione per la prevenzione e la cura di tutti i problemi e le patologie legate al cavo orale. I consigli per un’efficace pulizia della propria protesi dentaria sono molto semplici e facili da mettere in pratica.

Lavate la protesi almeno una volta al giorno, prima di andare a dormire. Questo passaggio è fondamentale per rimuovere regolarmente i residui di cibo e prevenire l'accumulo di placca. Basterà immergere la dentiera in un contenitore con del detergente specifico, lasciarla ammollo 15 o 20 minuti prima di andare a letto e poi sciacquarla.

Spazzolate i denti dopo ogni pasto. I residui di cibo o la placca possono renderla nera, verde o tendenzialmente grigia.

Utilizzate uno spazzolino per protesi a setole morbide, specificamente indicato per dentiere. Si tratta di uno spazzolino composto da due parti, ideale per pulire le superfici più ampie della dentiera e per raggiungere le aree più difficili e gli spazi interdentali. Attenzione a non utilizzare uno spazzolino a setole dure, che potrebbe essere causa di dolore e di possibile scheggiatura dei denti artificiali.

Utilizzate un dentifricio delicato privo di qualunque sostanza abrasiva che potrebbe graffiare la dentiera.

Ricordate infine di togliere la dentiera durante la notte riponendola nella sua confezione. Il sonno è un momento di grande attività batterica, dato che la produzione di saliva è limitata e la sua azione di lavaggio diminuisce. Inoltre, stare da 6 a 8 ore senza la protesi è un bene per la salute delle gengive.

Procedura per la pulizia della protesi dentaria

Per mantenere la protesi pulita e un sorriso sano e smagliante, ecco la procedura da seguire in tre semplici passaggi:

  • Spazzolare la dentiera. Il primo passaggio consiste nel pulire la protesi come si fa con i denti naturali. Vi consigliamo di usare uno spazzolino a setole morbide e un dentifricio specifico per protesi. Spazzolate delicatamente l’intera superficie della protesi e poi ogni dente per rimuovere residui. Impugnate lo spazzolino in modo che le setole siano di fronte alla parte delle gengive della protesi e proseguite facendo dei movimenti piccoli, circolari per rimuovere le particelle di cibo. Infine sciacquate la protesi in acqua corrente per eliminare sia il dentifricio che le particelle di cibo.
  • Immergere la protesi in acqua e detergente. Mettete la protesi dentaria in una soluzione a base di acqua tiepida e una compressa detergente specifica per dentiere, stando attenti che l'acqua ricopra completamente la protesi. In questo modo riuscirete a eliminare quel materiale che le setole dello spazzolino non hanno raggiunto. Il tempo di immersione dipende dalle istruzione indicate sul prodotto detergente.
  • Sciacquare con acqua corrente. Una volta spazzolata e pulita, la protesi deve essere sciacquata con acqua corrente e lasciata asciugare nell'apposito contenitore.

Come sbiancare le protesi dentarie

Con il passare del tempo, il consumo di cibi scuri come tè e caffè e abitudini quali il fumo e il consumo di alcol possono provocare delle variazioni al colore dei denti della protesi proprio come avviene con i denti naturali.

Cosa fare quindi per far tornare a brillare i denti ripristinando il loro bianco naturale? Come per la pulizia della protesi, esistono tecniche e prodotti specifici da utilizzare anche per un suo corretto sbiancamento.

Ecco quindi alcuni consigli pratici sui trattamenti per sbiancare le protesi dentarie.

Uno dei prodotti ideali per la rimozione di macchie è l’ipoclorito alcalino, indicato per mantenere la protesi bianca ed evitare la crescita batterica. È possibile trovare in commercio questo prodotto in forme diverse, dalla classica compressa effervescente da immergere in acqua alle creme che si versano per pulire la protesi direttamente con lo spazzolino.

Oltre a pulire la protesi ricordate sempre di lavare anche il contenitore con dell’acqua calda per evitare il proliferarsi di batteri. Attenzione anche a sciacquare per bene la bocca con dell’acqua o con del collutorio prima di applicare la protesi dentaria mobile. La pulizia della bocca stessa e della lingua è molto importante per mantenere i denti bianchi.

Ci sono poi alcuni rimedi che si basano invece sull’utilizzo di prodotti naturali e che possono aiutarvi nel mantenere la protesti bianca e pulita.

Tra questi ricordiamo il succo di limone, il bicarbonato, l’acqua ossigenata e l'aceto, tutti ideali sia sbiancare che per disinfettare la protesi prima di applicarla nuovamente in bocca. Uno dei modi più semplici e più utilizzati per sbiancare la dentiera è versare parti uguali di aceto e acqua fredda in un bicchiere d’acqua, lasciare riposare la dentiera in ammollo per 20-30 minuti e infine sciacquarla con dell’acqua passando il filo interdentale negli spazi tra un dente e l’altro.

In commercio sono disponibili anche delle testine lucidanti da utilizzare su spazzolini elettrici, in combinazione a una pasta dentifricia.

Come togliere il tartaro dalle protesi dentarie

Se osservando la vostra protesi dentaria vi accorgete della presenza di depositi o macchie di colore bianco, allora è probabile che la dentiera non sia stata pulita correttamente o ci siano ancora accumuli di tartaro.

Per facilitare lo sbiancamento dei denti è importante inoltre che i pazienti utilizzino un apposito filo interdentale e lo scovolino. Vi consigliamo di chiedere il consulto del vostro dentista che durante la visita di controllo potrà illustrarvi il corretto utilizzo di questi strumenti, in modo da riuscire a pulire nel modo giusto gli spazi più ampi fra i denti garantendo anche una buona pulizia e un massaggio gengivale.

Se nonostante questi accorgimenti e queste tecniche, i residui di tartaro dovessero persistere, l’unica soluzione rimane quella di recarvi presso lo studio del vostro dentista. Il medico provvederà a pulire la protesi dentaria con l'utilizzo di un ablatore ultrasuoni per ripristinare le giuste condizioni di luminosità e di pulizia della dentiera. Il consiglio è quello di rivolgersi al proprio medico una volta ogni 6 mesi sia per un controllo di routine sia per una pulizia professionale.

Scopri di più su alcune delle patologie orali più comuni:

Utilizziamo i cookie per essere certi di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito Web. A tale scopo, ricordiamo e memorizziamo le informazioni su come lo utilizzi. Questa operazione viene eseguita utilizzando semplici file di testo chiamati cookie che risiedono sul tuo computer. Chiudendo questo messaggio o navigando a una pagina diversa all'interno di questo sito Web, accetti i nostri cookie su questo dispositivo in conformità con la nostra politica sui cookie a meno che non li abbia disabilitati.

Per saperne di più