Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Gran Bretagna
  • Belgio
  • Germania
  • Danimarca
  • Spagna
  • Finlandia
  • Francia
  • Grecia
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo
  • Svezia

Danni del fumo sui denti: tutto quello che c'è da sapere

Alcune abitudini quotidiane possono influire negativamente sulla salute dell'organismo. Anche i denti risentono delle azioni che si compiono quotidianamente: la cura orale, i controlli odontoiatrici e un'alimentazione equilibrata possono fare molto per mantenere la bocca in salute. Da molti anni ormai, è noto che il fumo, anche il fumo passivo, è dannoso per la salute e i danni che provoca all’organismo non lasciano immuni i denti (che sono soggetti principalmente a ingiallire e a macchiarsi) e le gengive, che possono infettarsi, provocare dolore ed essere soggette a parodontite. La dipendenza dalle sigarette porta a effetti negativi su tutto il corpo: alito cattivo, annullamento delle proprietà protettive della saliva, formazione di deposito di tartaro, infiammazione della gengiva, indebolimento del tessuto osseo, maggiore quantità di rughe, ridotta capacità gustativa, fino ad arrivare alle problematiche più serie, come danni ai polmoni, tutti causati dalla combustione delle sostanze contenute nella sigaretta. Vediamo insieme quali sono le conseguenze su bocca e denti dei fumatori e se si può rimediare ai danni che la nicotina provoca alla salute del cavo orale.

donna che fuma con cappello

Se si smette di fumare i denti possono tornare bianchi?

Partiamo dal principio: sappiamo che i danni provocati dalle sigarette sono molteplici, anche per il cavo orale.

Il tabagismo altera la percezione del gusto e dell’olfatto, aumenta il rischio di soffrire di alitosi, denti gialli, carie, placca batterica e tartaro; può provocare infiammazione gengivale che possono sfociare in parodontite e nella perdita dei denti, può compromettere la tenuta di eventuali impianti e protesi e provocare infezioni in interventi di implantologia, fino ad arrivare alle condizioni più gravi, di malattie delle mucose e dei tessuti della bocca e tumori al cavo orale, che hanno come sintomi macchie bianche sulla lingua e sulle guance. Le sostanze contenute nelle sigarette, infatti, rendono il cavo orale particolarmente soggetto alla proliferazione di batteri.

Smettere di fumare è quindi un gesto che protegge da disturbi e condizioni gravi, oltre che da un’evoluzione estetica sgradevole, ma, allo stesso tempo, se si è fumato molto e per molto tempo, gli effetti di aver appeso l’accendino al chiodo possono non arrivare immediatamente.

L’ingiallimento dei denti e le macchie sono una condizione frequente in chi fuma o in chi è solito masticare tabacco, e raramente interrompere questo vizio porta subito ad avere di nuovo denti bianchi e sani, soprattutto se persiste un consumo elevato di caffè, tè o alimenti che possono macchiare i denti.

Certo smettere di fumare, o ridurre il numero di sigarette, impedisce che la situazione continui a peggiorare, ma per rimuovere il colore giallo dallo smalto e una guarigione completa occorre una pulizia quotidiana accurata con appositi dentifrici, e una pulizia dentale dal dentista regolare. A volte può essere necessario anche l’intervento dell’estetica dentale, come un processo di sbiancamento dei denti.

La linea GUM® Original White è appositamente pensata per rimuovere le macchie dai denti e preservarne il colore bianco, per un sorriso forte, sano e luminoso. L'agente Stain Cleaner e la silice puliscono l'intera superficie del dente, dissolvendo le macchie e contrastando la loro ricomparsa, mentre la vitamina E rinforza i tessuti migliorando la salute della bocca. Questa linea si compone di dentifricio, collutorio e spazzolino, alleati fondamentali per proteggere i denti e il loro colore naturale.

Si possono proteggere i denti dal fumo?

Proteggere i denti dal fumo è possibile, anche se un uso prolungato di tabacco può comunque compromettere il colorito e la salute dei denti.

Il primo sistema di prevenzione consiste in una pulizia dentale quotidiana accurata: spazzolare i denti 3 volte al giorno, utilizzare il filo interdentale e il collutorio, può proteggere i denti dalla formazione delle macchie.

Scegliere uno spazzolino elettrico, come lo Spazzolino elettrico ricaricabile GUM® PowerCARE™, può aiutare nella pulizia quotidiana: la sua grande efficacia si unisce alla delicatezza delle setole e ai sensori che segnalano un’eccessiva pressione, per una protezione delle gengive dei fumatori che possono essere soggette a infiammarsi. Proprio per proteggere le gengive è consigliabile utilizzare il Collutorio ad azione potenziata GUM® Paroex® 0,12% + CPC.

Indossare una mascherina trasparente per i denti mentre si fuma può essere un altro valido modo di proteggere i denti, così come scegliere sigarette con il filtro più lungo, utilizzare microbocchini o fumare la sigaretta elettronica. Va da sé che queste sono solo blande protezioni, i danni provocati dal fumo sono comunque molti.

Come si capisce che le macchie nere sono provocate dal fumo?

Fra i vari tipi di macchie dentali quelle provocate dal tabacco sono solitamente gialle o nere, e sono molto più difficili da sbiancare rispetto alle macchie che insorgono per altre cause.

Mentre fumiamo, sostanze come la nicotina e il catrame, contenuti nelle sigarette, si legano allo smalto dei denti, e a contatto con l’ossigeno cambiano colore, compromettendo la salute e il benessere del cavo orale e del sorriso. Quindi, diventa fondamentale sapere come tutto sulle macchie nere sui denti: cause, rimedi e come prevenirle.

Un aiuto veloce