Attualmente sei su:

G.U.M Italia

Per trovare un rivenditore, seleziona il Paese e la lingua. Verrai reindirizzato al sito del tuo Paese.

  • Gran Bretagna
  • Belgio
  • Germania
  • Danimarca
  • Spagna
  • Finlandia
  • Francia
  • Grecia
  • Italia
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo
  • Svezia

Probiotici per il cavo orale e l'igiene orale

probiotici sono utili per riequilibrare la flora batterica intestinale, ma svolgono anche una funzione molto importante per la salute orale. Infatti, la salute del cavo orale è strettamente legata alla composizione microbica e ad alcune patologie, come il diabete, che sono associate ad alterazioni del microbiota buccale. Vedremo cosa sono i probiotici per cavo orale e perché è utile assumerli attraverso il cibo o degli integratori alimentari e se hanno davvero effetti positivi per la salute della bocca e in generale.

ragazze felici con mani in aria

●       Cosa sono i probiotici per il cavo orale

●       Probiotici e cura orale: funzionano davvero?

●       Come agiscono i probiotici sull’alitosi

Cosa sono i probiotici per il cavo orale?

I probiotici sono definiti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità microrganismi vivi che, se somministrati in quantitativi adeguati, conferiscono benefici per la salute. Rientrano in questa categoria la maggior parte dei batteri acidogeni (lactobacilli), gli streptococchi e i bifidi. Svolgono un'azione utile nella stabilizzazione della flora batterica e nel rafforzamento del sistema immunitario.

Nell'ecosistema della bocca sono presenti più di 700 specie batteriche e gli equilibri che si generano tra la loro convivenza determinano il nostro stato di salute generale.

Se, per esempio, ci sottoponiamo a un trattamento prolungato con collutori antibatterici o antibiotici per problematiche legate alla parodontite, avremo una alterazione delle flora e una ricolonizzazione delle specie batteriche superstiti.

I probiotici svolgono una funzione utile anche per contrastare e controllare le malattie del cavo orale associate all'alterazione della flora batterica e alla risposta immunitaria.

I ceppi probiotici che in particolare hanno una efficacia dimostrata sul controllo della malattia parodontale sono i Lactobacilli Reuteri, che agiscono contro l'infiammazione delle gengive e il sanguinamento. Tuttavia, non è ancora stata dimostrata l'efficacia dei probiotici per la salute contro l'insorgere di nuove carie.

Le compresse GUM® PerioBalance®, sono composte dai Lactobacilli Reuteri e svolgono una potente azione protettiva del cavo orale: non solo prevengono l'insorgere di infiammazioni gengivali, ma mantengono la bocca pulita a lungo.

I benefici per il cavo orale non finiscono qui: i probiotici sono anche in grado di alterare la saliva del cavo orale, rendendola più efficace per la salute dei denti e delle gengive. La saliva può rimineralizzare lo smalto dei denti e mantenere le gengive sane. I probiotici presenti nelle compresse GUM PerioBalance, infatti, sono in grado di legarsi alla saliva e alla mucosa orale.

Un'altra azione benefica dei probiotici è costituita dal controllo dei batteri Gram-negativi, responsabili dell'alitosi, e dalla riduzione del potenziale patogenico della candidosi orale.

I probiotici non sono in grado di colonizzare in modo permanente il cavo orale, pertanto è necessaria, per trarre benefici concreti per la salute, l'assunzione regolare per almeno un mese di due compresse al giorno mezz'ora dopo i pasti.

Probiotici e cura orale: funzionano davvero?

L’organismo umano è popolato da una ingente quantità di microbi e batteri, alcuni cattivi e altri buoni. È dunque importante mantenere questo equilibrio all'interno dell’organismo per salvaguardare la salute intestinale. Per fare ciò si parte dalla bocca e dalla cura orale.

Usare regolarmente i probiotici significa intervenire contro le infezioni e proteggere il proprio sistema immunitario grazie alla produzione di acidi lattici e perossido di idrogeno.

L’efficacia dei probiotici per la prevenzione e la salute dell'organismo si basa anche sul fatto che i lattobacilli si sostituiscono agli organismi infettivi per mantenere equilibrata la flora batterica orale, la mucosa orale e intestinale.

Inoltre, i probiotici che fanno parte del gruppo dei lattobacilli sono in grado di controllare la proliferazione di patogeni legati allo sviluppo di parodontiti. Ciò significa che i lattobacilli nella cavità orale possono portare a un equilibrio generale della flora batterica per chi soffre di qualche infiammazioni come gengiviti o parodontiti.

Sempre più persone sono infatti affette da parodontiti e gengiviti: per questo motivo la prevenzione di queste malattie è molto importante e le compresse GUM PerioBalance, uniche nel loro genere, sono l'alleato perfetto per mantenere in equilibrio la flora batterica del cavo orale.

Come agiscono i probiotici sull'alitosi

L’alitosi è spesso provocata dalla mancanza di equilibrio della flora orale in cui sono presenti in abbondanza i batteri anaerobi che producono composti solforosi volatili. L’alitosi può essere attenuata grazie a specifici microrganismi che colonizzano il cavo orale.

Questa condizione è favorita anche dal fatto che, in condizioni di irregolarità intestinale, viene a mancare il completamento dell’attività digestiva svolta dalla flora batterica intestinale: la putrefazione del cibo all'interno dello stomaco o dell’intestino può produrre gas o composti volatili dall'odore pesante.

I probiotici come GUM PerioBalance svolgono una funzione importante per combattere l'alitosi, ma tutto parte da una corretta dieta. Assumere i probiotici senza cambiare il proprio stile di vita non basta.

L'alito pesante è dovuto, in larga parte, alla condizione di disbiosi intestinale, una situazione in cui non vi è equilibrio della microflora batterica intestinale. La disbiosi non provoca solo alitosi, ma anche altri sgradevoli disturbi.

L'alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione di questo disturbo. Ti consigliamo quindi di limitare il consumo di tutti i cibi che appesantiscono la digestione e che possono causare l'alitosi transitoria:

●       zucchero, dolci e bevande gassate

●       carni rosse, affumicate e insaccate

●       latticini e formaggi stagionati o molto saporiti

●       fritture

Altri alimenti che possono causare alito cattivo sono aglio, cipolla, porro e spezie.

Se vuoi combattere l'alito cattivo, dovrai limitare il consumo di caffè e di bevande alcoliche tra cui vino e birra. Ovviamente anche il fumo è una tra le cause più comuni di alitosi: dovrai smettere di fumare se vuoi avere un alito fresco e una bocca sana.

È risaputo che l'aglio non favorisce un buon odore, ma date le sue proprietà benefiche non va eliminato totalmente dalla propria dieta: basta ridurne le quantità.

Per prevenire l’alitosi e combatterla, ti consigliamo di seguire una dieta equilibrata e sana, privilegiando il consumo di cereali integrali, di proteine facilmente digeribili (per esempio uova e pesce fresco di piccola taglia) e di frutta e verdura di stagione.

Sempre tra i frutti, però, esistono alimenti molto utili a mantenere un alito fresco; le fragole, per esempio, che contengono xilitolo, una sostanza che aiuta a prevenire la formazione di placca batterica. Le mele crude, invece, eliminano dalla bocca componenti che conferiscono un odore sgradevole all'alito, quali, ad esempio, il solfuro di allile.

L'alitosi durante la gravidanza è un disturbo molto frequente causato dagli sbalzi ormonali, dalla nausea o dalle abitudini alimentari che durante questo periodo possono subire molte alterazioni. Èmolto importante assumere le compresse GUM PerioBalance, indicate e assolutamente sicure anche in gravidanza, oltre che osservare una corretta igiene orale per mantenere la bocca pulita ed evitare infiammazioni che possono essere negative per il bambino.

I probiotici possono essere assunti mediante l’alimentazione perché si trovano naturalmente in alcuni cibi che consumiamo regolarmente, come lo yogurt. In commercio esistono molti prodotti specifici sotto forma di pillole che, in base alle esigenze del paziente e a quello che il dentista o l’igienista dentale consigliano, possono essere somministrati per brevi o lunghi periodi.

Un aiuto veloce